Renato Cestaro

 

 

pag 3/3

 

 

 Vedere i quadri di Renato Cestaro, è come entrare in un alveo particolare, dove tutto si muove con decisione, sicuro di trovare l'armonia che costruisce e ripara si ripete e scappa, ogni movimento è nella giusta posizione ogni linea si interrompe al momento giusto ed i colori... creano l'atmosfera, quella da lui percepita.

Il suo è mero divertimento, lo sente,  ne ha desiderio, partecipa e lo vive.

Renato Cestaro è pittore, tratta il colore come pittore, si costruisce i colori come un pittore, così, come usava un tempo... dipinge senza badare alla rifinitura, tralasciando il superfluo, cercando l'Esperienza; diventando piano piano padrone di un mestiere che da secoli chiama gli adepti ad esprimersi, a cercare di migliorarsi nel nome di un emozione che solo loro conoscono e sentono e  grati chiedono – per questo dono – la possibilità di donare agli altri le proprie  sensazioni, i propri sentimenti... nella speranza di riuscirci.

When you see the paintings by Renato Cestaro , is like entering a particular channel , where everything moves  decisively,  certain to find the harmony that builds and repairs repeats and run , every movement is in the right position, each line stops at the right time and colors ... create the atmosphere , the one he perceives .

 He really enjoys it, he feels this enjoyment, he has desire, participates and experiences it.   

Renato Cestaro is a painter, uses the color as a painter, color is created as a painter , as they used in the past ... paying no attention to the finish painting , leaving out the superfluous , looking for the Experience ; gradually becoming a master of this craft that for centuries called the followers to express themselves , trying to improve in the name of an emotion that they only know and feel,and,  that, grateful,  ask, because of this gift - the chance of communicating  to others  their own emotions , their own feelings ... in the hope of succeeding in their aim.

 

RAPSODIA IN BLU

RHAPSODY IN BLUE

 

acrilico / acrylic

100 x 70

 

LAGUNA BLU

THE BLUE LAGOON

 

acrilico / acrylic

80 x 60

 

 

RISVEGLIO

AWAKENING

 

acrilico / acrylic

50 x 70

 

 

TRA GLI ULIVI

BETWEEN THE OLIVE TREES

 

acrilico / acrylic

100 x 70

 Renato Cestaro nel suo istintivo e dinamico agire dal marcato accento timbrico, protende quasi ad oggettivare la sua interiorità, rischiando di ridurre la pittura ad un puro fatto decorativo. Il colore splende di luce propria e non fenomenologica, una luce che si manifesta in colore.

 

Come nell’opera dal titolo “Estate” dove protagonista è l’albero, risolto con toni spezzati di rosso, che si staglia su di uno spazio  non astratto, ma sensibile e vivente. La visione rimane così ancora parzialmente naturalista e più che a trasporre la natura, la condensa freneticamente semplificandone la struttura e sovraeccitando i toni locali.

 

Pur con lo stesso registro, ma con più controllo cromatico, nell’opera “Il sogno” si nota un cambiamento nella gamma coloristica che rivela lontane reminiscenze “cézanniane” nelle campiture.

 

Una donna, diafana, risolta con toni spezzati di giallo, dorme adagiata, sospesa, leggera come una nuvola, sui tetti di una ipotetica Venezia, appena suggerita: una gamma cromatica duttile, aerea, dalle sfumature fredde domina la superficie; i verdi, i blu, i violetti, percossi da bagliori di rosa e qualche contrappunto giallo-arancio. Nel sogno tutto può essere, tutto può accadere, anche sovvertire le leggi di gravità.

 Renato Cestaro in his instinctive and dynamic act by the marked accent timbric, almost extends to objectify his inner being, risking reduce painting to a pure decorative fact. The color shines with light its own and not phenomenological, a light that manifests itself in color.

 

As in the work entitled "Summer" where the protagonist is the tree, solved with broken tones of red, which stands out against a non-abstract space, but sensitive and living. The vision remains thus still partially naturalist and more than transposing nature, it condenses frantically simplifying the structure and overexciting the local tones.

 

Even with the same register, but with more chromatic control, in the work "Il

dream "you notice a change in the color range that reveals distant "cézannian" reminiscences in the backgrounds.

 

A woman, diaphanous, resolved with broken yellow tones, sleeps down, suspended, light as a cloud, on the roofs of a hypothetical Venice, just suggested: a ductile, aerial color range, with nuances cold dominates the surface; the greens, the blues, the violets, beaten by flashes of pink and some yellow-orange counterpoint. In the dream everything can be, anything can happen, even subvert the laws of gravity.

 

SAN GIORGIO

ST. GEORGE ISLAND

 

acrilico / acrylic

30 x 40

 

 

 

L'ANIMA DI VENEZIA

THE SOUL OF VENICE

 

acrilico / acrylic

80 x 60

 

 

NOTTURNO VENEZIANO

VENETIAN NIGHT

 

acrilico / acrylic

100 x 60

 

SORPASSO

OVERTAKING

 

acrilico / acrylic

80 x 100

 

 

pag.     

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Copyright Carlo Scomparin / Arte4 / 2015/arte4venezia@gmail.com

copyright Carlo Scomparin - Arte4 - scomparinarte@gmail.com
Contatore accessi gratuito